Segni d'Infanzia, Festa d'Inverno 2017

Tutto è pronto per la Festa d’Inverno a Valletta Valsecchi, che sarà un magico tripudio di fiaccole e fuoco, spettacoli e scoperte. Giovedì 21 dicembre dalle 16:30 Segni d’Infanzia insieme ai partner di progetto - Biblioteca Baratta, Alce Nero, Charta Coop. Soc., e Parrocchia Gradaro - regalano alla città un altro momento speciale inserito nel cartellone degli eventi di Epicentro Culturale Valletta Valsecchi.

La festa sarà una camminata nelle ore in cui scende gradualmente il buio dell’inverno e la luce diventa protagonista: tra fiaccole e lanterne si faranno spazio giocolieri mangiafuoco e musicisti, voci e canti, storie e aneddoti appassionati di identità cittadina risvegliata dagli abitanti del quartiere, che hanno partecipato ad ogni fase della costruzione. Ne è nato un momento che unisce passioni e talenti locali, immaginazione e collaborazione da parte di cittadini, istituzioni, artisti, soggetti culturali e aziende.

Una passeggiata in 7 tappe, tra luci e storie

Ore 16:30 > Partenza da Piazza Aliprandi

A dare il via all’evento itinerante il suono della fisarmonica e della tromba di Stefano e Enrico Caniato della Nuova Scuola di Musica di Mantova, un maestro e un allievo, ma anche padre e figlio, che accompagnano con la musica il corteo lungo tutto il percorso.

Ore 16:45 > Affaccio su Porto Catena da vicolo Maestro

Dall’acqua arriva il fuoco. Evocativo lo sbarco a Porto Catena - reso possibile grazie alla preziosa collaborazione con Lega Navale Italiana - sezione di Mantova e Club Nautico - del giocoliere/tedoforo – Francesco Lenzi in arte Checco - che porta il fuoco per accendere le fiaccole: illuminazione di questa speciale camminata in notturna per le vie. La camminata prosegue per vicolo Maestro, vicolo S. Nicolò, via Cappadocia, piazza Polveriera, via Salnitro.

Ore 17:45 > Sosta presso il Campanile di Santa Caterina (via Santa Caterina)

Un duetto canoro a cappella eseguito dal soprano Vania Beiato e dal contralto Silvia Sermide accompagna l’esplorazione degli spazi che circondano il campanile, avvolto da edifici, in un gioco particolare di geometrie e vicoli che pochi conoscono.

Ore 17:50 > Biblioteca Baratta in Corso Garibaldi

Nel cortile del Baratta si possono ascoltare le voci degli abitanti del quartiere che per l'occasione hanno registrato ricordi e storie legati ai luoghi di Valletta. Materiale davvero suggestivo e elaborato con la collaborazione di Radio Bruno.

Ore 18:15 > Arrivo in Spazio Gradaro (via Gradaro)

L’itinerario si chiude allo Spazio Gradaro, nella sua sala multifunzionale che Fondazione Cariplo grazie al Progetto Epicentro ha trasformato in importante luogo d’incontro ed espressione artistica. Qui, dopo la camminata il pubblico potrà condividere una golosa merenda con la cioccolata calda della Cleca S. Martino e i pandori della Conad Gradaro, ma non solo. La Festa continua con l’esposizione delle opere realizzate dalle classi ID e IL della Bertazzolo e 2B della Sacchi nel corso dei laboratori realizzati da Charta Coop. Soc. nell'ambito del progetto EpiCentro Culturale utilizzando la tecnica del caviardage. Un metodo di scrittura creativa nel quale annerendo le parole che non servono si mette in evidenza quanto resta, ottenendo suggestioni, pensieri, poesie. Tra acrobati, giocolieri e il fuoco sapientemente preparato dal gruppo Scout C.N.G.E.I., ci sarà la musica dal vivo del progetto Oa di F.C.E. Records, nato con l’obbiettivo di creare musiche completamente originali attraverso una composizione di insieme con i protagonisti più giovani della scena musicale mantovana. Dopo due live al Festivaletteratura e a SEGNI 2017, Oa perfeziona atmosfere sonore e scenografie per la Festa d’Inverno.

Lepri citofoniche

Le abbiamo ribattezzate “Lepri citofoniche”: anticipando il passaggio del corteo, alcuni ragazzi del progetto T.E.E.N., che per l’occasione lasciano i panni dei critici e prendono parte anche a questo evento dell’Associazione, avvertiranno gli abitanti del quartiere, per invitarli a prendere parte alla festa o ad affacciarsi alla finestra e godersi l’atmosfera.

Chiunque può partecipare seguendo l’intero percorso o raggiungendo il gruppo negli orari delle tappe indicati nell’itinerario. In caso di pioggia l’appuntamento è direttamente in Spazio Gradaro alle ore 16:30. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, ma è consigliata la prenotazione a Segni d’infanzia (03761511955 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

(Foto © Nicola Malaguti)

Sostieni

MantoBimbi desidera fornire un servizio sempre più ricco di contenuti: puoi aiutarci ad affrontare le spese di gestione di questo portale con una donazione in denaro, anche minima. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Dona...

Segnala

Puoi aiutarci ad arricchire i contenuti del portale con la segnalazione di un evento che risulti interessante per bambini o genitori. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Segnala...