NABUZARDAN, il carnevale di Mantova a Palazzo Te

A Mantova è ormai una tradizione consolidata, conosciuta da famiglie e bambini come Nabuzardan: è il Carnevale a Palazzo Te organizzato da Segni d’infanzia, promosso e sostenuto dal Comune di Mantova. La villa giuliesca lo ospita sabato 2 marzo – con due turni d’ingresso alle 15:30 e alle 17:00 - offrendo ai visitatori di ogni età, l’opportunità di attraversare i suoi spazi animati da spettacoli e performance in un’atmosfera unica.

Attesa anche la parata in bici mascherate da animali fantastici che in partenza dallo Spazio Gradaro alle 15:00, attraversa il centro per arrivare a destinazione a Palazzo, caratterizzando l’evento anche come bike friendly. Un Carnevale d’arte ed ecologico che attira pubblico anche da fuori: tra le prenotazioni infatti ci sono famiglie dal Piemonte, dal Lazio e della più vicina Parma. Domani, venerdì 1 marzo, è ancora possibile acquistare i biglietti presso gli uffici (via Volta 9/B, ore 15:00 - 18:30), mentre da sabato saranno disponibili solo presso la biglietteria dell’evento presso Palazzo Te a partire dalle 15:15.

Nabuzardan, il Carnevale di Mantova a Palazzo te

Filo conduttore delle performance che si snodano fra le sale e gli spazi esterni è la figura del cerchio: rotonde sono le ruote delle biciclette che pedalano per raggiungere il Carnevale del Te così come alcuni degli strumenti usati dagli artisti nelle esibizioni. Dalla roue cyr con cui danza Mariam Sallam, lasciando una scia di cerchi concentrici disegnati nell’aria della Sala dei Cavalli, agli anelli di metallo usati da Shezan, nei panni di un genio bizzarro, per sciogliere incantesimi nella Camera dei Venti. La Sala dei Capitani diventa palcoscenico per un’inedita “Morte del Cigno” il cui ballerino/acrobata, Daniele Sorisi, più che sulle punte si esibisce su due ruote, quelle di un moderno hoverboard, skate elettrico tanto usato da ragazzi e bambini. Ci si può imbattere in una marionetta a grandezza naturale, manovrata abilmente da Annamaria Andrei (Compagnia Tarassaco Teatro) nella Camera del Sole e della Luna e scoprirne la sua storia. Per completare il travestimento con un trucco originale presso la Camera delle Aquile e la Sala degli Stucchi due postazioni con le truccatrici Annalisa Belladelli e Beatrice Ancelotti.

Cerchi, ruote e sfere per un carnevale a tutto tondo

Protagonista dunque il cerchio che non avendo né un inizio né una fine rappresenta l’infinito, usato anche nell’arte per le sue valenze simboliche. Lo stimolo e l’invito per i visitatori diventa ricercare questa forma anche nelle sale affrescate del Palazzo, dove ricorre più volte ad incorniciare le imprese gonzaghesche, circolari sono le girali vegetali presenti nelle decorazioni parietali, l’oculo centrale della Sala dei Giganti e quelli laterali nella Sala dello Zodiaco. Un gioco di rimandi fra arte dipinta ed esibizioni. Lo spettacolo continua anche all’esterno dove sul prato erboso dell’Esedra, l’installazione di bici mascherate da animali fantastici, fa da scenografia alle esibizioni di Sandro Sassi in arte Gera Circus e di Andrea Zerbini.

La parata degli animali fantastici

Esemplari di animali fantastici, sabato 2 marzo, sfilano su due ruote attraversando la città e trovano dimora nell’Esedra di Palazzo Te dove diventano un’installazione artistica tutta da ammirare. Un’avventura epica che vede il coinvolgimento degli abitanti di Valletta Valsecchi e di tutti i genitori e figli, nonni e ragazzi che hanno scelto di prepararsi al Carnevale, condividendo la creazione di maschere speciali nell’atelier della Ciclofficina presso lo Spazio Gradaro. Gli artisti Sara Zoia e Francesco Testi sono a disposizione per l’ultima sessione di realizzazione sagome, venerdì 1 marzo, dalle ore 16 alle 19. Nel pomeriggio è possibile passare anche per finalizzare il montaggio sulle bici delle sagome già dipinte, così come sabato mattina dalle 11 alle 12:30.

Il programma per chi partecipa alla parata:

  • ore 14:00 > ritrovo presso Spazio Gradaro e composizione del corteo
  • ore 15:00 > partenza del corteo con percorso: via Don Mazzolari, via Allende, Corso Garibaldi, via Frattini, via XX Settembre, piazza Martiri di Belfiore, via Roma, Piazza Marconi, Corso Umberto, Piazza Cavallotti, Corso Libertà, Piazza Martiri di Belfiore, via Principe Amedeo, via Acerbi, Largo XXIV Maggio, Piazzale Vittorio Veneto, viale Te.

Arrivati a destinazione a Palazzo Te, i partecipanti entreranno dall’Esedra dove, dopo aver parcheggiato le bici, si cimenteranno in un’azione danzante.

Ancora disponibili poche bici a noleggio free tra quelle messe a disposizione da FIAB sezione di Mantova per chi ne fosse sprovvisto o arrivasse da fuori Mantova. Consigliata la prenotazione (03761511955). Grazie alle biciclette “diversamente Sta…bili” di Anselmo Sanguanini, per persone con disabilità motorie, la parata di Carnevale è diventata accessibile a tutti e vede partecipare un gruppo di ragazzi speciali coinvolti grazie alla collaborazione con Polisportiva Andes H.

Leggi anche

Tutte le feste e le sfilate di Carnevale, a Mantova e provincia

Sostieni

MantoBimbi desidera fornire un servizio sempre più ricco di contenuti: puoi aiutarci ad affrontare le spese di gestione di questo portale con una donazione in denaro, anche minima. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Dona...

Segnala

Puoi aiutarci ad arricchire i contenuti del portale con la segnalazione di un evento che risulti interessante per bambini o genitori. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Segnala...